IL MENU’ DEI TUOI SOGNI… CON QUALCHE ACCORGIMENTO

 

Sognate il giorno del vostro matrimonio come una festa, che sia un susseguirsi di momenti spensierati per voi e per i vostri cari, che venga ricordato come il coronamento del vostro amore ma anche come una bellissima giornata trascorsa a tavola. Una celebrazione che si rispetti deve infatti considerare al suo centro un banchetto che non lascia spazio al desiderio: in stile con il fil-rouge scelto da voi sposi, che coniughi gusto, estetica, qualità e prezzo.

 

A tavola si sa, accontentare tutti è sempre un grande rebus, tra gusti e preferenze, intolleranze, menù per i più piccoli e qualche colpo di scena che faccia ballare le papille gustative dei vostri ospiti. E’ importante quindi trovare una soluzione che possa rendere concreta la proposta enogastronomica che avete in mente, anche se forse è uno degli step più delicati nell’organizzazione del matrimonio, il cui risultato servito al piatto viene ricordato e raccontato anche a seguito delle nozze.

 

Noi dell’Avverasogni riserviamo grande cura alla consulenza del cibo, a partire dal primo brindisi, passando per l’aperitivo, per le portate centrali fino alla torta, che deve essere bella e memorabile.

Il sapore non è l’unico parametro da valutare, anche l’aspetto e il design dei piatti risultano fondamentali: impatto estetico, originalità, qualità della materia prima, raffinatezza e giusta quantità delle portate sono gli elementi che rendono davvero speciali i piatti delle vostre nozze. A proposito delle quantità, abbandonate i pranzi infiniti che tengono incollati alla sedia, la tendenza è quella di godersi ogni momento della giornata, intervallando quindi la tavola con la ricreazione, permettere agli ospiti di godersi il posto e la giornata con la giusta sequenza delle portate e, importantissimo, con i giusti tempi d’attesa.

 

Ecco allora qualche accorgimento da tenere a mente quando ci si avvicina alla scelta del catering e alla valutazione delle differenti proposte.

 

I gusti degli sposi

Ricordiamoci sempre che il matrimonio è il vostro, quindi deve rispecchiare i vostri gusti e la vostra personalità. Il consiglio, quindi, è di ascoltare i consigli di amici e parenti nella giusta misura, pena il rischio di strutturare una proposta poco chiara, che finisce per non piacere a pieno a nessuno, tantomeno a voi. La soluzione, come sempre, è nel mezzo quindi, se siete puristi del crudo, vi invitiamo a dare risalto a questa filosofia senza scordare qualche portata per i più tradizionali o per coloro che conducono una dieta che impedisce l’assunzione di cibo senza previa cottura.

 

I più piccoli

Figli felici e sereni, genitori rilassati. E’ praticamente un assioma, quindi da bravi padroni di casa, per facilitare il momento del pasto a grandi e piccini, è consigliatissimo valutare una proposta per i bambini, che sarà basata sulla semplicità della nostra tradizione, a discrezione del catering a cui di affidiamo.

 

Le intolleranze

Se siete a conoscenza di particolari esigenze alimentari di qualche vostro ospite o, a maggior ragione, se dovesse esservi sottolineato in fase di conferma da parte degli invitati, è bene avvisare per tempo la ristorazione. Oggi la grandissima varietà di materie prime e cotture permette di spaziare a 360 gradi dalla cucina vegetariana e vegana, al complicato mondo delle intolleranze, alle allergie vere e proprie, fino ai gusti più particolari e alle diete. Questo non si traduce certo in 4 menù alternativi, ma sicuramente in certi piatti saporiti e piacevoli al palato di tutti e perfettamente digeribili per i più esigenti.

 

Ampliare la scelta con tavoli tematici

Vi sembra complicato? Tutt’altro, grazie al supporto di bravi fornitori e alla supervisione di una Wedding Planner preparata, filerà tutto liscio. Oggi, infatti, per mitigare queste molteplici esigenze c’è la soluzione dei tavoli tematici, molto gettonata perché riassume il desiderio di un pasto lussuoso e memorabile per tanti palati. L’angolo rustico dove il prosciutto viene tagliato a mano soddisferà gli amanti del salume fresco e ignorato dal vegetariano, il quale sarà attratto dall’area formaggi con mozzarella appena fatta o dal corner dedicato al crudo e agli ortaggi impanati. E così via, in un susseguirsi di bollicine e saluti.

 

Viviamo in un paese dove il cibo è punto d’orgoglio, lasciare un buon ricordo anche a chi ha delle specifiche esigenze vi farà sentire dei perfetti padroni di casa.

 

 

Eugenia Faini, L’Avverasogni

 

© L' AVVERASOGNI DI FAINI E. S.N.C.

P. IVA / C.F. 02589270426 • REA : AN-199587


Cookies Policy