UN MATRIMONIO SEMPLICE MA A REGOLA D’ARTE



Se siete persone discrete, amanti dei piccoli piaceri quotidiani, che vivono lontano dallo sfarzo… allora non vediamo perché il giorno del vostro matrimonio non debba riflettere la vostra persona.

Tanti futuri sposi entrano da noi a L’Avverasogni e chiedono di aiutarli a realizzare un matrimonio semplice, ma cosa significa davvero questa parola?

O meglio, quali sono le possibili traduzioni?

Se si parla di budget, un matrimonio più spartano, con meno fronzoli, un numero intimo di invitati e delle soluzioni abbordabili si può certamente organizzare.

In questo caso, un ruolo fondamentale lo assume il tempo: la valutazione di più location, diversi preventivi per quanto riguarda il banchetto, l’eventuale realizzazione fai-da-te di bomboniere, centritavola o decorazioni per la festa, l’affitto della strumentazione musicale a minor prezzo… esigono certamente tutta la calma del mondo.

Il nostro consiglio è sempre quello di non scadere in soluzioni preconfezionate, con le quali scivolare nel banale è facilissimo.

Al di la del portafogli, l’essenziale può anche essere una scelta di gusto: puntare sul dettaglio raffinato, sulla cena di gala con poche portate ma d’eccellenza, una selezione di vini più rari, un quartetto d’archi come sottofondo alla cena rappresentano una richiesta sempre più forte, a maggior ragione se di seconde nozze si tratta.

L’abito
Un tubino di raso, capelli sciolti, trucco leggero e niente velo: negli ultimi tempi, la semplicità e la naturalità sono preferite a tutto ciò che è sontuoso ed eccessivo quindi per le spose che amano le linee pulite e i tessuti preziosi ma lineari… è decisamente una stagione d’oro.

La location
Le ultime tendenze sono dalla nostra parte, l’agri-chic permette di coniugare suggestione, raffinatezza e discrezione e le Marche sembrano essere la rappresentazione perfetta del matrimonio semplice. Definita regione quasi ritrosa, dalla bellezza intima, fatta di angoli paradisiaci nascosti ai riflettori, regalano uno scenario perfetto per una piccola ma elegante celebrazione.

Gli invitati
E’ sempre dura scremare gli invitati, ci sono regole sociali non scritte che, se prese tutte alla lettera, farebbero montare qualsiasi lista di potenziali ospiti solo per non far torto a nessuno. Qui la scelta è d’obbligo e serve solo rispondere a questa domanda: desiderate un matrimonio conviviale, una festa allargata, gioiosa e frenetica oppure un matrimonio “boutique”, in cui i pochi ospiti si sentano al centro di un sogno costruito su misura?

La cura dei dettagli
Se optate per un matrimonio semplice, sarà più facile gestire il vostro budget e regalare a voi e ai vostri invitati una festa da mille e una notte. Potrete valutare un menù personalizzato, permettervi di acquistare quei sandali che tanto ammiravate sui giornali, pensare a dei piccoli regali per ogni ospite, curare la selezione dei liquori a fine pasto o installare delle luci degne di un teatro per un piccolo concerto a conclusione della cena…

Qualsiasi sia la vostra scelta, noi de L’Avverasogni cerchiamo di interpretare al meglio la vostra volontà e realizzare insieme un matrimonio a regola d’arte, che sia esplosivo o sussurrato, valutando ogni ricamo con cura, nel rispetto del vostro desiderio di spesa.

Eugenia Faini Wedding Planner | L’Avverasogni

© L' AVVERASOGNI DI FAINI E. S.N.C.

P. IVA / C.F. 02589270426 • REA : AN-199587


Cookies Policy